Oramai da molto tempo Google ha deciso di stringere la morsa rispetto i siti che ritiene insicuri ed è oramai prossima la distribuzione su larga scala di una feature che potrebbe condizionare e ridurre esponenzialmente  il traffico verso quei siti che non utilizzano i certificati SSL.

I certificati SSL

Il certificato SSL ("Secure Sockets Layer") è oramai diventato uno standard e un requisito fondamentale nella costruzione di un sito web e nella sua messa online.
Si tratta di un protocollo che consente comunicazioni sicure e protette per fare in modo che le compilazioni da parte degli utenti di form (modelli per il contatto, transazioni e-commerce, ecc) vengano effettuate senza rischi per i propri dati sensibili (dati anagrafici, numero carta di credito, ecc).

Un tempo per essere certi di navigare in un sito sicuro serviva verificare se l’url visualizzato dal nostro browser era preceduto da “Http://” (sito non sicuro) o da “Htps://” (sito con certificato SSL installato e quindi sicuro)

Google, con il proprio browser, ha deciso di rendere ancora più evidente la distinzione, scopriamo come.

Chrome e i certificati SSL

Google Chrome, oggi il browser più utilizzato al mondo da ogni dispositivo, indicherà in maniera sempre più esplicita la “non sicurezza” di un sito web privo di certificato SSL visualizzando un avviso che certamente comprometterà la qualità dell’esperienza dell’utente e potenzialmente anche la sua percezione del brand o servizio consultato.

Per non incombere in questi rischi sono fortunatamente sufficienti pochi passaggi e WinTrade è pronta ad aiutarti nell'operazione e non perdere traffico prezioso.

 

 

Come fare? Contattaci utilizzando il form qui sotto!